Vedi tutti

Gli ultimi messaggi del Forum

La città sacra - Christian Jacq

4 sequel (ultimo libro) della saga di Christian Jacq. Un finale abbastanza scontato, ma ricco di piccoli colpi di scena. Setna e Sekhet, sposati, continueranno a vivere la loro vita con la consapevolezza che il male potrebbe ripresentarsi. In qualsiasi forma. 4 stelle per la saga.

Una donna - Annie Ernaux

Novantanove pagine di semplicità per descrivere una personalità complessa, quella di sua madre, ed un rapporto difficile, quello con lei stessa, ma la scrittrice francese ci riesce meravigliosamente con la sua scrittura scarna ma raffinata ed efficace. La storia della madre è quasi banale. Una ragazza di origini contadine, che riesce a riscattarsi dalla povertà diventando titolare con il marito di un bar-emporio nella periferia di una cittadina della Normandia, che gli consente una vita dignitosa e soprattutto di far studiare la figlia, che con la madre mantiene sempre un rapporto di amore e di conflittualità. La biografia della madre, intervallata da qualche flashback sulla vita di amore e di separazioni della scrittrice, trova il suo epilogo dove era iniziata e cioè nella morte della madre devastata nella mente dall’Alzheimer. Di qui anche tanti rimpianti per non aver potuto fare di più per lei.

Resistere non serve a niente - Walter Siti

Come per i vini anche il Premio Strega ha delle annate buone ed altre meno buone. Il 2013, non è stata delle migliori. Questa storia (vincitrice del premio) di un giocoliere della finanza, che si riscatta ed arricchisce con i soldi e le dritte della malavita, dopo essere stato un ragazzo di strada, figlio sgraziato di un assassino, ha l’ambizione di farci entrare in quella zona grigia della finanza criminale, che ogni anno che passa è sempre più determinante anche nel causare crisi internazionali e stravolgimenti politici. Ci riesce Walter Siti, abile e fantasioso com’è? In parte si, ma il suo troppo personale dialogo con il protagonista Tommaso, non dà continuità alla narrazione e rende la struttura del romanzo troppo complessa. A volte si addentra nella descrizione di importanti operazioni finanziarie, ma poi non le approfondisce, per cui ha l’effetto di un sasso lanciato in uno stagno che affonda subito senza procurare alcuna onda. Ci vuole una certa costanza ed una resistenza collaudata per arrivare alla fine. Se poi uno è un po’ retrò di mentalità, certi intermezzi pornografici ed alcune peraltro verosimili storie di prostituzione, non lo aiutano ad apprezzare l’opera.

La democrazia non esiste - Piergiorgio Odifreddi

Non spaventatevi, non si parla di matematica e non rinunciate alla lettura dopo aver letto la parte iniziale di questo racconto! E' un libro molto interessante, perchè analizza e ci mostra il sistema storico elettorale/politico a 360 gradi e quella democrazia di cui "ci vantiamo".... in realtà nasconde tanti lati oscuri, poco menzionati, che vengono portati alla luce dal professor Piergiorgio Odifreddi. Scoprirete che persino i dati ufficiali degli scrutini elettorali non sono completamente veritieri, visto che una percentuale di voti non viene considerata nei calcoli delle percentuali (una piccola infarinatura matematica ci vuole!)... e ricordando che il diritto di voto è il diritto che assicura a un individuo la possibilità di manifestare la propria volontà durante un'elezione....alla fine per questa parte di individui viene meno questo importante diritto. Simon

Mery per sempre [Videoregistrazioni] - un film diretto da Marco Risi

Un professore fa lezione in un carcere minorile. Le storie personali dei ragazzi si intrecciano, storie di povertà, violenza, e la storia di “Mery”, ovvero Mario, omosessuale che deve vedersela con i compagni del carcere maschile. Film che sottolinea i valori morali del professore, i punti di forza dei ragazzi, la dura realtà della vita in carcere.

Vajont - un film di Renzo Martinelli

Spettacolare, la storia del disastro del Vajont vissuta con i ricordi di uno degli ingegneri che l’ha costruita, e che sapeva degli errori e colpe nascoste dalla direzione che hanno portato inevitabilmente alla tragedia annunciata. Fenomenale la scena dell’onda gigante che si riversa sul paese.

Dieci dita alle mani, dieci dita ai piedini - Mem Fox, Helen Oxenbury

Vincitore di numerosi riconoscimenti, tra cui il Premio Nazionale Nati per Leggere 2010 come Miglior libro per bambini tra 0 e 36 mesi per la sezione “Nascere con i libri”.
Tra i più suggeriti da promotori ed educatori alla lettura,uno di quei libri che non possono mancare nella biblioteca dei nostri bambini!

Il volo del calabrone / Ken Follett ; traduzione di Annamaria Raffo

Fantastico! Sara' il genere storico-avventuroso-poliziesco che adoro ma l'ho letto tutto d'un fiato. Ottima la caratterizzazione dei personaggi, dei luoghi e degli avvenimenti storici, sembra di viverci dentro.
Libro tutt'altro che noioso e scontato, con continui colpi di scena e che fa tenere il fiato sospeso sino alla fine. Ecco, forse il finale risulta un poco sbrigativo rispetto al resto dei tempi della narrazione, ma Ken Follet è entrato di diritto tra i miei scrittori preferiti.

Attentato alla Corte d'Inghilterra / Tom Clancy

Libro avvincente, che tiene incollati alle pagine sino alla fine. Lo stesso non si puo' dire per il film che ne è seguito: "Giochi di potere" diretto da Phillip Noyce, con protagonista Harrison Ford nel ruolo di Jack Ryan; dovo aver letto il libro si rimane inorriditi da come si possa banalizzare e rovinare un ottimo libro con il cinema.

Becoming - Michelle Obama

Una donna determinata, orgogliosa, intelligente e molto volitiva. La sua storia è l’esempio che dove c’è una volontà c’è una via. Nata in un quartiere residenziale di gente povera e principalmente di colore di Chicago, grazie all’appoggio incondizionato della propria famiglia, ha saputo studiare e farsi ammettere nelle più prestigiose università del suo paese (Princeton ed Harvard) ed essere assunta nel più importante studio legale della sua città. E’ qui che conosce il futuro Presidente degli Stati Uniti, che sposa nel 1992 a 28 anni e dal quale avrà due figlie. Michelle continuerà sempre a lavorare praticamente fino alla prima campagna presidenziale del marito. Poi deciderà di dedicarsi esclusivamente alla famiglia ed al sostegno di Barack, che anche dal punto di vista politico la tiene notevolmente in considerazione e le lascia anche degli spazi di manovra, che avranno un buon successo nel paese. Le sue campagne per una alimentazione più genuina, soprattutto per i ragazzi in età scolare molto spesso obesi o quelle di emancipazione della donna e dei neri, lasciano un segno e la rendono anche molto popolare. Anche se ad un certo punto ci si è trovata benissimo, quello della Casa Bianca non è però il suo ambiente naturale, per cui nella sua autobiografia, deludendo forse molti suoi molti fans, annuncia che non è sua intenzione candidarsi direttamente alla presidenza del paese. Particolare interessante di questo libro è che è la sua autobiografia, non quello della moglie del Presidente degli Stati Uniti. Riferimenti a quanto è accaduto nel paese durante il loro periodo a Washington ovviamente ce ne sono, ma è sempre lei al centro della scena. Tanto per fare un esempio le pagine che si riferiscono al secondo mandato di Obama sono non più di trenta su 495. Sferzanti infine i suoi giudizi su Trump, molto generosi invece quelli su Hillary Clinton, la cui mancata elezione ha rappresentato per Michelle una sorpresa ed una forte delusione. Il volume è corredato da alcune immagini che fotografano i momenti e le persone più significative per Michelle.