Community » Forum » Recensioni

Oceano
4 2 0
Vidotto, Francesco <1976- >

Oceano

Argelato : Minerva, 2014

Abstract: Un volume che lo salva dall'oblio di se stesso perché lui si sta dimenticando. Invecchia, la sua memoria svanisce e queste pagine gli sopravvivono. Raccontano una storia che ha la forza del fulmine quando squarcia l'abete e lo rompe a metà. Oceano viene abbandonato e affidato a due genitori tutti nuovi provenienti dalle Dolomiti. Il suo cammino incrocia quello della dolce Italia, di "Sandrino e Basta", di nonno Giusto e di Giovannino. Invecchia lavorando fino a non sentir più le mani, falciando i prati in quota e incontrando l'amore, quello vero, negli occhi di una persona del tutto inaspettata. Gli capita di inciampare anche nella sua lapide, mentre una mattina di mezza estate ritorna, dopo una guerra che non voleva fare. Cammina, cade, si rialza, ma non la smette di sorridere con le sue gengive senza più un dente. Segue il sentiero della sua vita fino in fondo e, solamente alla fine, a quasi cent'anni, scopre la più evidente di tutte le cose e, forse per l'ultima volta ancora, sorride felice.

61 Visite, 2 Messaggi
Ingrid Mason
10 posts

Uno dei romanzi più belli che abbia letto. Così emozionante e riflessivo.. Quasi una biografia degli anni 30/40. Oceano, un boscaiolo, racconta la sua vita dall'età di 7 anni sino a pochi giorni dalla morte (ultra 90enne), con il desiderio avverato di contemplare per la prima volta il mare. Sempre accompagnato dalla moglie Italia nei suoi ricordi del passato, non sempre sereni..
Un libro da regalare. 5 stelle!

Leopoldo Roman
106 posts

Oceano doveva nascere prima di attraversare il mare per raggiungere le Americhe, ma i suoi genitori, poveri in canna, consapevoli che non ce l’avrebbe mai fatta a sopravvivere, hanno deciso di lasciarlo nella terraferma, dandolo in adozione ad una famiglia senza figli. Qui, ben accetto dal padre, ha trovato invece freddezza nella madre, specialmente dopo che la famiglia è stata allietata dalla nascita di una figlia naturale, di nome Italia. Oceano, gran lavoratore, remissivo di natura, ha sempre avuto un grande rispetto per la madre nonostante questo non fosse ricambiato e si è molto affezionato anche alla sorellastra alla quale ha promesso futura protezione, specialmente dopo l'inaspettato suicidio del padre. Un affetto che si è ulteriormente rinforzato fino a divenire amore, specialmente dopo che la madre si è accompagnata con un uomo alcolizzato, rude e violento, che non perdeva occasione per umiliarla e violentarla anche in presenza dei ragazzi. Ovviamente l’amore tra i fratellastri è stato visto come la violazione di un tabù nell’ambito di quella comunità retrograda e conservatrice, ma come in tutte le belle fiabe ci sono stati degli sviluppi positivi che Oceano, una volta invecchiato ed ormai prossimo alla demenza, ha voluto raccontare all’autore che con grande maestria li ha tradotti in questo piacevole romanzo, raccontato quasi in prima persona.

  • «
  • 1
  • »

2202 Messaggi in 1860 Discussioni di 345 utenti

Attualmente online: Ci sono 10 utenti online