Dove non mi hai portata
5 1 0
Libri Moderni

Calandrone, Maria Grazia

Dove non mi hai portata

Abstract: 1965. Un uomo e una donna, dopo aver abbandonato nel parco di Villa Borghese la figlia di otto mesi, compiono un gesto estremo. 2021. Quella bambina abbandonata era Maria Grazia Calandrone. Decisa a scoprire la verità, torna nei luoghi in cui sua madre ha vissuto, sofferto, lavorato e amato. E indagando sul passato illumina di una luce nuova la sua vita. Dove non mi hai portata è un libro intimo eppure pubblico, profondamente emozionante e insieme lucidissimo. Attraversando lo specchio del tempo, racconta una scheggia di storia d'Italia e le vite interrotte delle donne. Ma è anche un'indagine sentimentale che non lascia scampo a nessuno, neppure a chi legge. Quando Lucia e Giuseppe arrivano a Roma è l'estate del 1965. Hanno con sé la figlia di otto mesi, sono innamorati, ma non riescono a liberarsi dall'inquietudine che prova chi è braccato. Perché Lucia è fuggita da un marito violento che era stata costretta a sposare e che la umiliava ogni giorno, e ha tentato di costruirsi una nuova vita proprio insieme a Giuseppe. Per la legge dell'epoca, però, la donna si è macchiata di gravi reati: relazione adulterina e abbandono del tetto coniugale. Prima di scivolare nelle acque del Tevere in circostanze misteriose, la coppia lascia la bambina su un prato di Villa Borghese, confidando nel fatto che qualcuno si prenderà cura di lei. Piú di cinquant'anni dopo quella bambina, a sua volta diventata madre, si mette in viaggio per ricostruire quello che è davvero successo ai suoi genitori. Come una detective, Maria Grazia Calandrone ricostruisce la sequenza dei movimenti di Lucia e Giuseppe, enumera gli oggetti abbandonati dietro di loro, s'informa sul tempo che impiega un corpo per morire in acqua e sul funzionamento delle poste nel 1965, per capire quando e dove i suoi genitori abbiano spedito la lettera a «l'Unità» in cui spiegavano con poche parole il loro gesto. Dopo Splendi come vita, in cui l'autrice affrontava il difficile rapporto con la madre adottiva, Dove non mi hai portata esplora un nodo se possibile ancora piú intimo e complesso. Indagando la storia dei genitori grazie agli articoli di cronaca dell'epoca, Calandrone fa emergere il ritratto di un'Italia stanca di guerra ma non di regole coercitive. Un Paese che ha spinto una donna forte e vitale a sentirsi smarrita e senza vie di fuga. Fino a pagare con la vita la sua scelta d'amore.


Titolo e contributi: Dove non mi hai portata : mia madre, un caso di cronaca / Maria Grazia Calandrone

Pubblicazione: Torino : Einaudi, 2022

Descrizione fisica: 247 p. ; 23 cm

EAN: 9788806257477

Data:2022

Lingua: Italiano (lingua del testo, colonna sonora, ecc.), Italiano (lingua dell'opera originale)

Paese: Italia

Nomi: (Autore)

Classi: 853.92 Narrativa italiana, 2000- (0)

Dati generali (100)
  • Tipo di data: monografia edita in un solo anno
  • Data di pubblicazione: 2022
  • Target: adulti, generale

Sono presenti 43 copie, di cui 11 in prestito.

Biblioteca Collocazione Inventario Stato Prestabilità Rientra
Rubano G 853.92 CAL DOV RUB-51380 Su scaffale Prestabile
Monselice G nar CAL MON-45595 Su scaffale Prestabile
Due Carrare G 853.92 CAL DCR-30689 In prestito 26/06/2024
Albignasego G 850 CAL ALB-33027 Su scaffale Prestabile
Cadoneghe G 853.9 CAL CAD-30935 Su scaffale Prestabile
Campodarsego G 853 CAL CAM-37837 In prestito 06/04/2024
Selvazzano Dentro G 853.92 CAL SEL-34911 In prestito
Casale di Scodosia G 853.92 CAL CSC-15949 In prestito 01/07/2024
Cervarese Santa Croce G 853.9 CAL CER-12873 In prestito 28/03/2024
Vigodarzere 853.9 CAL VGD-26661 Su scaffale Prestabile
Arzergrande G 853.92 CAL ARZ-13126 Su scaffale Prestabile
Limena G 853.9 CAL LIM-39101 Su scaffale Prestabile
Battaglia Terme G 853.9 CAL BTG-38007 In prestito 02/07/2024
S. Giorgio Pertiche Sala adulti 853.92 CAL SGP0-17875 Su scaffale Prestabile
Piove di Sacco G 853.92 CAL PDS-72902 Su scaffale Prestabile
Este G 853.92 CAL
(Ristampa: 2023)
EST-63486 Su scaffale Prestabile
Vigonza G 853.92 CAL VIG-29452 In prestito
Abano Terme G 853.92 CAL
(Ristampa: 2023)
ABT-104411 Su scaffale Prestabile
Anguillara Veneta G 853.92 CAL
(Ristampa: 2023)
ANG-13438 Su scaffale Prestabile
Montegrotto Terme G 853.92 CAL
(Ristampa: 2023)
MGT-39817 Su scaffale Prestabile
Piazzola sul Brenta G 853.92 CAL PSB-31088 Su scaffale Prestabile
Conselve G 853.92 CAL CON-34758 In prestito 12/07/2024
Loreggia Bibl. Centrale 853.92 CAL
(Ristampa: 2. 2023)
LOR0-20121 Su scaffale Prestabile
Pontelongo G 853.92 CAL PON-18256 Su scaffale Prestabile
Legnaro G 853.92 CAL
(Ristampa: 2023)
LEG-23065 Su scaffale Prestabile
Villafranca Padovana G 853.92 CAL VIL-26438 Su scaffale Prestabile
Veggiano G 853.92 CAL
(Ristampa: 2023)
VEG-15127 Su scaffale Prestabile
Solesino G 853.92 CAL
(Ristampa: 2023)
SOL-12306 Su scaffale Prestabile
Trebaseleghe Bib. Centr. 853.92 CAL TRE0-35521 Su scaffale Prestabile
Villanova di Camposampiero 853.92 CAL VLC0-14256 Su scaffale Prestabile
Montagnana G 853.92 CAL
(Ristampa: 2023)
MTN-28308 Su scaffale Prestabile
Borgoricco N Narrativa CAL BOR0-31661 Su scaffale Prestabile
Saonara G 853.92 CAL
(Ristampa: 2023)
SAO-35162 Su scaffale Prestabile
Cartura G 853.92 CAL
(Ristampa: 2023)
CAR-9916 Su scaffale Prestabile
Santa Giustina in Colle Bibl. Centrale N CAL SGC0-14811 Su scaffale Prestabile
Pernumia G 853.92 CAL PER-6682 Su scaffale Prestabile
Arre G 853.9 CAL ARR-8067 Su scaffale Prestabile
Tombolo 853 CAL TOM-27524 Su scaffale Prestabile
Fontaniva 853.92 CAL FNT-26233 In prestito 29/07/2024
Campodoro 853.92 CAL DOV CMP-9219 Su scaffale Prestabile
Maserà di Padova G 853.92 CAL Vetrina
(Ristampa: 2023)
MAS-16009 In vetrina Prestabile
San Martino di Lupari G 853.92 CAL SML-36641 In prestito 25/06/2024
Polverara G 853.92 CAL POL-9620 In prestito 25/06/2024
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Non mi è bastata una lettura per capire questo libro. Il racconto sono fatti trasformati in sentimenti, perciò molto singolari, bisogna lasciarsi infondere dal personale sentire di Maria Grazia Calandrone che essendo poetessa e direttamente coinvolta, attinge dalla sua notevole sensibilità. Quando riesco a comprendere le sue parole e frasi così ben assestate è come vedere l'alba in un mattino dove i raggi del sole filtrano decisi tra gli strati di nuvole.
Il 24 giugno 1965 i Beatles suonano per la prima volta a Milano e nel mentre molte persone si preparano per l'evento, per due inizia l'epilogo che ha alle spalle una storia potente che una volta conosciuta, ci si chiede come sia possibile che da un gesto coercitivo, quello del padre che costringe la figlia a sposare un uomo per interessi economici al posto del giovane amato ma povero, possano succedere, procedere e finire in tragedia. E se la famiglia sbaglia, sbaglia poi la Società che assoggettata al volere della morale del tempo e delle leggi scritte crede di essere nel giusto, non accorgendosi che si sta consumando un inutile sacrificio, la vita di una giovane donna che si aspetta se non di vivere la propria vita che non venga svalutata. La protagonista cerca, grida, prega aiuto, inascoltata, fino a quando sconvolge, con la disperazione di chi vuole uscire da una situazione in cui è ingiustamente costretto, la quiete paesana, scappando con un uomo molto più vecchio di lei, l'ultimo tentativo per raggiungere in qualche modo il suo riscatto; ingigantisce invece la tragedia che nello svolgersi di pochi mesi travolge tutta la Società. Inevitabile interrogarsi se non si fosse potuto evitare tutto questo dolore e dramma. Se non si fosse così frettolosi nel giudicare; se come dice giustamente Maria Grazia Calandrone, osservassimo i fatti sapendo che corrono il rischio di essere distorti dal pregiudizio, che sarebbe necessario disinnescare questo meccanismo e i fatti parleranno nonostante noi.
Se non fossimo così portati alla punizione esemplare verso le persone che non riescono ad adeguarsi agli usi e costumi che mettono in discussione le leggi stesse, che sono sempre un passo indietro rispetto alla vita reale, ed ascoltare le ragioni, chissà, forse, Lucia avrebbe avuto anche lei la sua vita da vivere.

Condividi il titolo
Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.